Lavorare con gli archetipi: ARES

ARES: DIO DELLA GUERRA, GUERIERO, DANZATORE, AMANTE

ares e afroditeIl mito – Ares (Marte per i romani) è l’unico figlio che Zeus ha avuto dalla moglie Era, ma secondo la versione romana di Ovidio, fu concepito dalla sola Era che si rese prolifica dal contatto con una pianta magica. Rapito da ragazzo, venne imprigionato in una giara di bronzo, dopo patimenti e torture fisiche, fu liberato dalla madre. Zeus lo rifiutò e detestò sempre la sua parte emotiva; Ares scelse come tutore Priapo, dio del fallo, che lo istruì nell’arte della danza e poi della guerra. Ares è fisico e mascolino, prode e coraggioso; irrazionale, rissoso, passionale, virile. I suoi simboli sono elmo, scudo, lancia, lancia, spada, corazza e un aspetto virile. È uno degli amanti più importanti di Afrodite (in realtà sposata con Efesto), con la quale concepì molti figli, tra cui Paura e Panico (Deimo e Fobo), Armonia e Amore (Eros). Come dio romano, generò anche Romolo e Remo. Dei moltissimi figli avuti con numerose amanti fu sempre padre presente e protettivo.

L’archetipo – è l’archetipo delle azioni appassionate, intense, coraggiose, nel bene e nel male. Può essere eroico o delinquenziale, rissoso. È il vigore, la terra, il sudore. Non agisce con la logica ma è mosso dal suo sentire immediato e dall’istinto. Protegge sempre gli svantaggiati. Non porta rancore e sa farsi toccare dall’amore verso il prossimo. Archetipicamente è la parte “ombra” di Zeus. Diversamente da Poseidone, non porta rancore per le offese subite e non è vendicativo. Il suo tratto di Danzatore si sposa benissimo con la parte fisica, soprattutto nella cultura tribale, dove il guerriero è anche danzatore.

Il bambino – è un bambino svalutato, non riconosciuto per i suoi punti di forza, soprattutto nella società occidentale apollinea dove si dà assai più valore alla potenza dell’intelletto che alla potenza fisica, al successo sociale più che a quello fisico e sportivo. È il bambino chiuso nella giara e privato degli abbracci così importanti per lui. Il bambino Ares non va bene a scuola soprattutto perché insicuro e, davanti a un’interrogazione, si trova nella situazione di non riuscire a dire nemmeno ciò che sa. Può invece eccellere in campo sportivo, ma spesso avrà un padre che non va nemmeno a vederlo competere in campo. Se in un mabino l’archetipo Ares viene ignorato, da grande sarà un adulto che agisce inconsapevolmente la rabbia e le passioni attraverso il corpo (tensioni muscolari, somatizzazioni a livello intestinale….)

L’uomo – energico, attivo, emotivo, agisce senza pensare né valutare le conseguenze dei suoi gesti. È autentico, imprudente, intenso. Ricerca professioni energiche, attive, dove ci sono movimento fisico e sfida. Spesso si trovano ballerini famosi guidati da questo archetipo, e affascinano per la loro potenza istintuale molto più che per la tecnica. Raramente riconosce l’autorità e non si adegua alla gerarchia. Se abusa di sostanze o alcol può essere violento. Con le donne è appassionato e protettivo, ma può essere aggressivo. È amico dei maschi e solidale con essi. Come padre è presente, giocoso, protettivo, tanto con i figli maschi quanto con le figlie femmine, e preferisce istruirli alla vita pratica che ai discorsi filosofici.

Aspetti negativi – reazioni agressive, spesso risultato di maltrattamenti durante l’infanzia. Reazioni impulsive distruttive che possono recare conseguenze negative anche a se stesso. Prblemi sul lavoro, derivanti dal rifiuto di regole e autorità. Abuso di sostanze psicotrope o alcol. Infedeltà per attrazioni momentanee. Violenza fisica su donne e bambini.

La strada per evolvere – imparare l’autocontrollo e la disciplina (Apollo). Imparare a riflettere, trovare soluzioni alternative, comunicare (Ermes). Trasformare l’aggressività in creatività e in protezione dell’altro.

ares

Ares Villa Adriana_b

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: